Troppo bello per dire di no di Jessica Clare (TBBC #2)

Prosegue con il secondo libro la saga The Billionaire Boys Club Series e come avevamo intuito dal primo libro, in questo il protagonista tra i Billionaire Boys è Hunter Buchanan.
Uscito in libreria a Gennaio grazie alla Newton Compton, visto il grande successo di Scommessa Indecente (clicca qui per la recensione), non ci si può che aspettare grandi cose da questo seguito.


Il Billionaire Boys Club è una società segreta formata da sei uomini, incredibilmente ricchi, che hanno giurato di avere successo a tutti i costi anche in amore...

Il magnate immobiliare Hunter Buchanan ha un passato oscuro, di cui porta ancora addosso le cicatrici. Per questo vive come un recluso nella sontuosa tenuta di famiglia. Hunter era disposto a rinunciare ai sentimenti, fino a quando non ha visto una donna dai lunghi capelli rossi e dalla bellezza enigmatica e ha deciso di architettare un piano per conoscerla. Gretchen Petty ha bisogno di uno stipendio e di dare una svolta alla sua vita. Così, quando le si presenta un’occasione di lavoro in una ricca tenuta a New York, la coglie al volo. Ma se può trascurare le stranezze del nuovo incarico, non le riesce invece di ignorare l’aspetto attraente del nuovo capo e il suo temperamento imprevedibile. Hunter teme che il suo piano possa fallire prima ancora di essere messo in atto, ma Gretchen gli dimostrerà che la vita può essere piena di sorprese...



Jessica Clare ci ha abituati a grandi storie d'amore con un personaggio maschile alla Mr Grey, sexy, ricco e potente. E anche in questo caso non si smentisce. 
Ci troviamo davanti ad un romanzo che prende, sicuramente, spunto da La Bella e La Bestia: Gretchen è la giovane bella ragazza estrosa con i capelli rossi mentre Hunter è la nostra bestia, certo per modo di dire. 
In effetti definire "bestia" il magnate immobiliare mi sembra un po' eccessivo: un uomo alto, muscoloso e abbronzato ha un unico difetto, la cicatrice che gli percorre tutto il volto e parte del corpo. 
I legami con la famosa fiaba francese sono parecchi, come la presenza delle rose. Le rose sono il simbolo dell'amore che nasce tra i due personaggi e leggendo se ne vedranno più di qualcuna. 




Ora la domanda da farsi è: perché leggerlo? beh, perché è una storia senza tempo, ricca di sesso e romanticismo, ma anche con situazioni spiritose che strappano qualche sorriso. Se vi piacciono  le storie d'amore con molti cliché, oppure volete leggere una versione alternativa de La Bella e la Bestia in versione un po' hard, questo è il libro per voi. 




Certo che non ci sono molte novità e assolutamente nessun colpo di scena.
Come per Scommessa Indecente, vorrei dire un appunto sul titolo e la copertina della versione italiana. Non vedo quasi nessun legame con la storia in nessuno dei due anche se stavolta neanche la copertina americana mi sembra azzeccatissima (anche se comunque migliore della nostra!)



Vi ricordo, inoltre, che ogni libro è autoconclusivo anche se si troveranno degli indizi sul libro successivo. Quindi se volete leggere solo questo o solo il primo nessuno lo vieta. 

La mia valutazione è:





K.

Post popolari in questo blog

#1 Giveaway - Natale 2016

Harry Potter e la Maledizione dell'Erede

Recensione - Il diavolo vince a Wimbledon