Recensione - Dimmi tre segreti

Buongiorno readers, 
una nuova settimana significa una nuova recensione.
Come sapete per me non c'è niente di meglio di un YA, mi piace sentirmi giovane dentro, anche se ormai sono un po' fuori età.
In questo romanzo edito da DeAgostini YA, che ringrazio per la copia, c'è un po' di tutto, anche un alone di mistero. 
Intanto ecco la trama e a seguito ci sarà la recensione. 


Jessie ha sedici anni e una vita da schifo. O almeno così le sembra il giorno in cui lascia Chicago per frequentare il liceo più snob di Los Angeles. Ma proprio quando le cose si mettono male, riceve una mail misteriosa. Una mail in cui Un Perfetto Sconosciuto si offre di aiutarla a orientarsi nella giungla della nuova scuola, mantenendo però l’anonimato. Jessie è perplessa: si tratta di uno scherzo di cattivo gusto o qualcuno vuole davvero darle una mano? Il punto è che lei non è nelle condizioni di rifiutare un aiuto tanto generoso: sua madre è morta ormai da un paio di anni, e suo padre si è risposato, costringendola a trasferirsi dall’altra parte del Paese, in un posto che odia con un fratellastro che odia ancora di più. Ecco perché Jessie non può fare altro che fidarsi: presto, Un Perfetto Sconosciuto diventa il suo migliore amico, e lei decide che è arrivato il momento di incontrarlo. Ma, si sa, ci sono segreti che è meglio non svelare mai…

Dimmi tre segreti è il romanzo d'esordio nel mondo young adult di Julie Buxbaum, arrivato in Italia solo pochi giorni fa grazie a DeAgostini YA.
Che dire di questo romanzo???
Come ormai saprete la trama non la leggo mai prima di cominciare un libro e, quindi, quando inizio un nuovo romanzo non so mai bene cosa mi aspetta. 
Jessi, è costretta a trasferirsi in una nuova città (che novità), ad abbandonare la sua casa, la sua amica Scarlett e la sua scuola, per arrivare a Los Angeles.
Quì, fin da subito si trova fuoriluogo e le sue tante figuracce non possono che farmi provare un po' di pena per lei. 
Passano solo pochi giorni, ed è circondata dai più bei ragazzi della scuola (che culo!!), più uno, di cui non sa niente e che le scrive solo per mail come un Perfetto Sconosciuto/Angelo Custode.
Il Perfetto Sconosciuto infatti le offre il suo aiuto per sopravvivere alla giungla di snob dove è finita, e Jessi non sa bene se fidarsi o meno. 

Chi è il Perfetto Sconosciuto? Jessi può fidarsi di lui o sarà il solito brutto scherzo fatto alla nuova arrivata?

Sono domande che porteremo avanti fino alla fine del libro e questo non può che essere un gran punto a favore per la Buxbaum.

In secondo piano, ma non poi così tanto, ci sono le storie dei personaggi secondari, tra accettazione del lutto, omosessualità e primo sesso, l'autrice racconta alla perfezione i sentimenti di tutti. 

E infine, come non parlare del triangolo amoroso incentrato su Jessi, certo ha preso una bella cotta per Ethan, però lo sconosciuto che le manda le mail la capisce così bene. 

Se volete scoprire chi sceglierà dovrete leggere il libro!! 
Quindi... Buona lettura!!!


K.