Recensione - In fuorigioco per te

Buongiorno  miei carissimi readers, oggi sono particolarmente contenta di parlarvi del libro di una giovanissima autrice italiana: Eleonora Mandese.
Il libro era già arrivato in finale al concorso IlMioEsordio2015 con un titolo diverso (Tutta colpa de pallone) ed è stato pubblicato da Butterfly Edizioni solo qualche ora fa con un nuovo titolo: In fuorigioco per te.
A seguito della recensione potrete, inoltre, trovare una mini intervista all'autrice che è stata così gentile da rispondere alle mie curiosità!


Laura Sciorti è una neolaureata in Lettere che aspira a scrivere per la rivista dei suoi sogni, la GDMagazine. Determinata a ottenere un posto fisso, è disposta a tutto. Per avere un contratto a tempo indeterminato deve intervistare Claudio Marchi, famoso centrocampista della serie A e addentrarsi in un mondo di cui non sa nulla. Tutto questo affiancata a una rivale che, invece, si sente perfettamente a suo agio nelle serate mondane che le aspettano. 

In un susseguirsi di figuracce imbarazzanti, sotterfugi e sottili vendette, Claudio Marchi mostrerà a Laura il prezzo della fama, un conto che lo porta a non fidarsi di nessuno, neppure dei suoi sentimenti. Laura ha più di un motivo per odiarlo, ma quell'uomo dagli occhi di ghiaccio, all'apparenza così arrogante e che per lei è solo un lavoro, ben presto si trasforma in una dolce tortura infuocata... 


Pochi giorni fa, una blogger che seguo ha pubblicato un'anteprima dell'uscita di "In fuorigioco per te" e, un'appassionata come me, di romanzi come di calcio,  non poteva che esserne attratta.

Le possibili delusioni erano dietro l'angolo.
Invece, Eleonora Mandese, con il suo esordio nel genere Chick Lit, ha soddisfatto in pieno le mie aspettative.
"In fuorigioco per te" è un romanzo allegro, frizzante e ironico,  scritto con la leggerezza di una ventenne che lo rende veramente scorrevole: in sole poche ore lo ho divorato!!! 

La protagonista, Laura, è una neo-laureata, con tanta voglia di entrare nel mondo del lavoro e di inseguire i suoi sogni, allegra, determinata e anche un po' imbranata.
Impossibile non amarla.
La sua storia è simile a quella di tante ragazze, ed è quindi molto semplice identificarsi.


Non si puó non parlare di Claudio Marchi, un tenebroso centrocampista con la casacca bianconera e dai profondi occhioni blu. Vi ricorda qualcuno??
Leggere un romanzo e immaginarlo in boxer e senza maglietta non è poi così difficile.  ^_^
Per la maggior parte del libro risulta scorbutico ma affascinante. 
In pratica lo ho adorato!!! 

La relazione tra i due non poteva che nascere nel peggiore dei modi, ma, si sa... esiste una linea sottile tra odio e amore, e la passione tra Claudio e Laura è percepibile fin da subito.

L'autrice mi ha colpito in particolar modo per la sua bravura a descrivere le sensazioni e le emozioni dei personaggi. Mi ha permesso di identificarmi in Laura facendomi sorridere quando sorrideva lei, e provare un brivido lungo la schiena quando lo provava lei.

Non posso che consigliare questo romanzo e assegnargli il massimo delle stelline! 
Eleonora Mandese, la giovane autrice, nata nel 1995, è stata molto carina e ha acconsentito a rispondere alle mie curiosità.
Di seguito troverete la mini-intervista che le ho posto.

Com'è che una ragazza, giovane come te, diventa una scrittrice? E' sempre stato il tuo sogno nel cassetto?
Ho cominciato a sognare di poter diventare una scrittrice a 18 anni, quando ho pubblicato il mio primo libro fantasy "I seguaci di Ipnos" grazie alla casa editrice UteLibri. All'inizio non mi sembrava vero, poter vedere e toccare il mio libro in libreria era un'emozione unica, quasi inverosimile. Ciò che però mi ha fatta sentire una scrittrice vera è stato l'appoggio della mia casa editrice e dei lettori. Senza avere qualcuno che crede in noi e ci spinge a fare meglio non siamo veramente nessuno.

Dopo l'esordio ne mondo fantasy e in quello del romance con "Bastardi!", "In Fuorigioco Per Te" marca il tuo debutto nel mondo Chick Lit. Qual'è stata l'idea da cui è nato questo romanzo? E quali sono state le difficoltà nel cambiare genere?
L'idea è scaturita da una una semplice foto, Claudio Marchisio intento a rincorrere un polline su un campo da calcio. Mi sono immaginata sugli spalti, a guardare l'immagine da lontano e poi ho pensato a come sarebbe potuto essere avvicinarsi a un mondo di cui sapevo poco e niente. Da lì è nata Laura, quella protagonista goffa e determinata, intenta  a fare di tutto per realizzare un sogno, anche cambiare vita, il tutto condito a una buona dose di ironia e divertimento. Non ho avvertito difficoltà perché, sin dall'incipit, ho sentito questo genere mio. Scrivevo e ridevo, proseguivo e mi sentivo sempre più coinvolta. Quando un romanzo trasmette più di quanto tu sia disposta a dare capisci che è quello giusto.

E' passato un solo giorno dall'uscita del tuo libro negli store. Progetti futuri e nuove pubblicazioni? Magari un seguito di "In fuorigioco per te"....
in pentola al momento  c'è la stesura di un romanzo a tema natalizio, ma solo bozze.
Un seguito di "In fuorigioco per te"? se i lettori lo richiedono, io sono qui per accontentarli, quindi, vedremo come vanno le vendite ;-)


K.




Post popolari in questo blog

#1 Giveaway - Natale 2016

Harry Potter e la Maledizione dell'Erede

Recensione - Il diavolo vince a Wimbledon