Recensione - La sconosciuta della porta accanto

Estate... Non esiste periodo migliore per leggere e leggere e... leggere. 
Ogni momento è buono. E poi ci sono le ferie, e quindi più tempo a disposizione. 
Sapete che ogni tanto abbandono i miei adorati romance per un thriller e anche questo è il caso. 
Il libro di XXX, La Sconosciuta Della Porta Accanto è un thriller psicologico perfetto da leggere sotto l'ombrellone. 




Da mesi Minette ha a che fare con dei vicini da incubo, che le hanno reso la vita un inferno lamentandosi in continuazione per il rumore provocato da Tilly, la sua bambina.
Ora finalmente i Milton hanno traslocato e Minette è felicissima quando scopre che nella casa accanto alla sua sta per trasferirsi Cath, madre di due bambini. Ben presto la nuova vicina diventa una persona speciale per lei, una confidente, un’amica e… la babysitter di sua figlia. Ma Cath, a differenza di Minette, si dimostra molto più riservata ed è riluttante a parlare del suo passato. E quando Minette assiste a qualcosa di irripetibile, inizia a chiedersi se conosce davvero la sua nuova vicina di casa…
Tutti hanno un segreto. Fino a che punto sei disposto a spingerti per proteggere il tuo?



Se avete avuto dei vicini che sembrano venire dall'inferno e che si lamentano di ogni piccolo rumore, dovreste capire la gioia di Minette nello scoprire che i suoi fastidiosi vicini se ne erano andati, e al loro posto si era trasferita una nuova famiglia: Cath, il marito assente per lavoro e i suoi due bambini. 

Fin dall'inizio del libro ho sentito che c'era qualcosa che non andava in Cath, ha due figli piccoli, Davey di 8 anni e la sorella minore Lola. Davey soffre di distrofia muscolare e si trova in una sedie a rotelle, mentre Lola ha molteplici allergie alimentari, Cath si ritrova quindi con un sacco di lavoro, tra il prendersi cura dei suoi bambini e l'organizzazione della raccolta fondi per beneficenza che comprende una gara di triathlon. 

La storia è raccontata da tre punti di vista, quello di Cath, Minette e del giovane Davey. 
E' la parte di Davey che mi è piaciuta in particolar modo, è abbastanza intelligente da capire che le cose non vanno, ma troppo giovane per sapere cosa c'è di sbagliato. 
La storia mi ha conquistata subito, l'inganno e il tradimento la rendono una lettura molto inquietante.
Alcune parti mi hanno fatto scuotere la testa incredula, e non mi sembravano realistiche, ma alla fine tutto è più chiaro. 

La sconosciuta della porta accanto è un libro piuttosto difficile da classificare. Non è un thriller, ma è anche un po' più dark dei soliti drammi familiari. 
Saprà comunque mantenere la vostra attenzione grazie ai personaggi imperfetti e alla trama inquietante. 




K. 

Post popolari in questo blog

#1 Giveaway - Natale 2016

Harry Potter e la Maledizione dell'Erede

Recensione - Il diavolo vince a Wimbledon