Recensione - Cercasi Fidanzato Per Natale

Buongiorno readers e Buon Anno a tutti!
Anche se non siamo più in tema da qualche giorno e il periodo natalizio non ci sta più avvolgendo come un caldo piumino, oggi una recensione sotto al vischio!
Nella prima recensione del nuovo anno, vorrei parlarvi di Cercasi fidanzato per Natale di Eleonora Mandese che è stato, per me, l’ultimo libro del 2016.

Elizabeth Baker non crede nella fortuna. Come potrebbe?
La sua vita è un puzzle incompleto di rimpianti, lavoro insoddisfacente e singletudine acuta. Tra serate in compagnia di una bottiglia di vino e risvegli in una redazione giornalistica gremita di donne in menopausa, la sua unica ancora di salvezza ha due occhi blu ed è il direttore del giornale per cui lavora: Paul Grey.
Il solo suono del suo nome è sufficiente per far perdere i sensi a qualsiasi essere umano provvisto di ormoni.
Peccato che Eli non sappia che qualcuno la stia osservando da molto, troppo tempo ed è disposto a fare qualsiasi cosa per renderla felice.
Cosa succede se una fantasma pasticciona si intromette nella sua vita promettendole di esaudire qualunque suo desiderio?
Eli è nel panico, sa perfettamente che tutto questo non può essere reale: ma se proprio dovesse esprimere un desiderio, un fidanzato perfetto è tutto ciò che vorrebbe per Natale…


Il nuovo romanzo di Eleonora Mandese è una lettura scorrevole ispirata alla famosa favola natalizia di Charles Dickens, “Canto di Natale”.
Sì, è vero. questa favola l’abbiamo vista e rivista, libri, film e serie tv la sfruttano da anni per inserire un po’ di atmosfera.
Vediamo quindi apparire uno spiritello che, a differenza del canto di Dickens, non ci fa viaggiare nel tempo ma insegna, grazie a un desiderio,  che l’amore spesso si trova proprio sotto al nostro naso.

Elizabeth ha sempre desiderato l’uomo perfetto, e in particolare Mr Grey (non quello di 50 sfumature però), il suo direttore. Ma sarà lui il fidanzato che voleva per Natale???

L’autrice racconta una storia divertente, che si legge in poche ore e con un finale dove ogni cosa torna al suo posto e vivono il giorno di Natale in perfetta armonia.

Questo è il secondo libro della Mandese che leggo, e come aveva già fatto con In fuorigioco Per te (recensione qui), mi ha lasciata soddisfatta.

Buona Lettura!


K.